Gli ingredienti

Il segreto di una pelle
giovane, l'acido ialuronico

Non lasciatevi ingannare dal nome. L'acido ialuronico non è un acido come gli altri. Diversamente da acidi salicilici, glicolici e lattici, l'acido ialuronico non rimuove le cellule morte dalla vostra pelle. Al contrario, aggiunge qualcosa di assolutamente vitale per ottimizzare la salute della pelle: acqua.

La più potente calamita naturale per l'acqua
Il super potere di questo ingrediente? Può trattenere 1000 volte il suo peso in acqua. (Come se voi riusciste a trattenere una balena. Pazzesco, no?). L'acido ialuronico è presente naturalmente nel nostro intero corpo e ha la consistenza di un gel viscoso. Funziona come un lubrificante per aiutare giunture, muscoli e nervi a lavorare al meglio; immaginatelo come l'olio del motore di una macchina.

Ma cosa fa di specifico per la vostra pelle? È un umettante potentissimo; non solo attira acqua vitale sulla pelle, ma la trattiene contrastando la perdita d'idratazione. Così facendo fornisce benefici di idratazione immediati e a lungo termine, in modo che la vostra pelle mantenga un aspetto elastico, idratato, radioso e levigato.

Il sigillante sul tetto
L'acido ialuronico vanta un'altra funzione chiave per la salute della pelle. Rafforza la barriera d'idratazione che è lo strato più superficiale della pelle e la nostra prima linea di difesa contro gli agenti esterni. Pensate alla vostra barriera come al tetto di una casa. Quando è intatto, protegge tutto ciò che sta dentro la casa, se perde può danneggiare tutto. Se la vostra barriera è intatta la vostra pelle appare e si avverte liscia, morbida e elastica. Se la barriera è danneggiata, la pelle appare arida e ruvida. (immaginate le cellule morte che si staccano dalla pelle arida come tegole che scivolano dal tetto.) Più danneggiata è la vostra barriera, più difficile sarà contrastare disidratazione, rughe, iperpigmentazione e eruzioni cutanee. L'acido ialuronico ridensifica i tessuti connettivi della pelle, mantenendo la barriera di idratazione forte e protetta.

A chi serve l'acido ialuronico?
A chiunque! La barriera d'idratazione si può compromettere ogni giorno a causa di stress ambientali e fattori quali il riscaldamento degli ambienti chiusi, l'esposizione solare, la disidratazione, l'inquinamento e la sporcizia. Inoltre, il corpo perde naturalmente quasi mezzo litro di acqua al giorno, il che può avere effetto sul livello di idratazione della pelle, specialmente se siete tra quel 75% di americani che sono cronicamente disidratati. L'acido ialuronico, va precisato, non serve solo alle pelli aride o durante l'inverno. Quando la barriera funziona al meglio, ogni tipo di pelle può rivelare il suo aspetto più giovane, raggiante e florido. Inoltre, va ricordato che la capacità di trattenere l'acqua e produrre naturalmente acido ialuronico dimunisce con l'età, il che può inasprire la secchezza, le linee d'espressione, le rughe e il cedimento della pelle. (i bambini hanno una pelle così soffice e piena perché hanno una tonnellata di acido ialuronico nei loro piccoli, paffuti corpicini.)

In sintesi: assicuratevi che l'acido ialuronico sia parte del vostro regime skincare quotidiano.
L'acido ialuronico è un ingrediente fondamentale in molti idratanti e sieri e si dovrebbe usare giorno e notte. Non abbiate timore, questo tipo di intensa idratazione non è disponibile solo in creme pesanti. Clinique Moisture Surge 72-Hour Auto-replenishing Hydrator, per esempio, ha una leggerissima texture in gel. Questo siero in vasetto in realtà vanta due tipi di acido ialuronico —una che lavora all'istante sugli strati superiori della pelle e un'altra variante che penetra più in profondità. Usatelo tutti i giorni per un'idratazione istantanea e a lunga durata o picchiettatelo sopra il makeup per una carica extra di idratazione a metà giornata. Un'altra superstar dell'acido ialuronico: Clinique Smart Broad Spectrum SPF 15 Custom-Repair Moisturizer; non solo ne è ricco ma aiuta anche a ridurre i 4 maggiori segni dell'invecchimaneto con la sua potente miscela di peptidi, proteine e antiossidanti

Illustration: Ben Wiseman