Storie da borsetta

Nella sua borsa: Sotto il sole con i
consigli della Surfer Malia Jones

Hai mai desiderato ardentemente di passare ogni singolo giorno della tua vita in spiaggia? Barattare i meeting delle 8 di mattina e le montagne di scartoffie con un costume da bagno e una chioma resa selvaggia dal sale? Mentre questo rimane un sogno per molti di noi, la surfista/modella/stilista di costumi Malia Jones ne ha fatto il suo stile di vita quotidiano. #goals

Dea delle spiaggie più assolate e madre di due bambini, Malia trascorre il suo tempo tra Honolulu, Hawaii e Venice Beach in California, dove disegna la sua omonima linea ultra-chic di costumi da bagno e kaftani. Con tutto questo tempo trascorso all'aria aperta, conosce alla perfezione le migliori strategie per proteggersi dal sole - come i prodotti con SPF più facili da riapplicare al bisogno e i cappelli a tesa larga da avere sempre nel proprio guardaroba. Ci siamo presi del tempo da trascorrere con lei al sole della California per ricevere consigli a prova di surfer.

The Wink: Vivere alle Hawaii sembra surreale. E' così?
Malia Jones: Faccio surf quasi tutti i giorni. Al mattino indosso la muta e corro a tuffarmi nell'oceano. Rientro a casa, cambio muta e lavoro per un pò. Poi torno a surfare nell'oceano ancora un pò. Mi capita di cambiare anche 4 mute in un solo giorno a volte!

TW: Nessuna idea di come tu sia finita a disegnare costumi. Cosa ti ha spinta a lanciare la tua linea?
MJ:
In 15 anni passati a surfare e fare da modella, ho indossato una tonnellata di costumi. Ma ho sempre avuto difficoltà a trovare quello perfetto. Quindi sapevo esattamente quello che andava ancora ideato - qualcosa di chic e senza tempo da indossare in ogni stagione e in ogni paese. E il taglio e la vestibilità dovevano essere impeccabili.

TW: Passi molto tempo all'aperto. Hai iniziato ad informarti sulle protezioni solari fin da giovanissima?
MJ:
Mia madre mi ha sempre detto che se potevo fare una cosa saggia, quella era indossare la protezione solare. Crescendo ho iniziato a usare questi stick solari molto pesanti che sembravano quasi una maschera. Potevo surfare tutto il giorno senza scottarmi. Poi, poco più che ventenne, ho cominciato a realizzare che avrei dovuto applicare la protezione ogni giorno, anche se non ero in spiaggia. Mia madre mi aveva avvertita che collo, mani e  décolleté sarebbero invecchiati più velocemente.

TW: Cosa cerchi in una protezione solare?
MJ:
Per il viso, ho bisogno di qualcosa che non sia oleoso perchè indosso lenti a contatto, quindi quando entro in acqua, non voglio rischiare che mi entri negli occhi. Mi piace il fluido minerale Clinique SPF 30 Mineral Sunscreen Fluid for Face perchè non ha una texture oleosa o grassa e risulta impercettibile sulla pelle. Normalmente indosso anche un cappello nella fascia oraria tra le 10 e le 14.

TW: Qual è la tua routine di bellezza post-surf?

MJ: Credo nel detto "less is more". Mi sembra che indossare troppo makeup mi faccia apparire più vecchia. Personalmente non ho un fondotinta. Ma uso un correttore in stick per coprire rossori e imperfezioni. Sono anche una fanatica degli oli. Li utilizzo sempre sopra l'idratante e anche per corpo e capelli. 

TW: Ogni giorno devi sentirti come se fossi in vacanza alle Hawaii. Ma quali sono i tuoi veri piani per le vacanze estive?
MJ:
Io e la mia famiglia andremo in Italia e Francia, dove l'unica cosa che abbiamo pianificato di fare è surfare e mangiare! Sto anche terminando la creazione del campionario per la nostra nuova collezione Resort. E poi andrò a Cabana, che è un'enorme fiera di costumi a Miami.

Foto: Katrina Dickson | Testi: Katie Livanos | Hair & Makeup: Mia Yan