Idee e Ispirazioni

Una giornata
(molto glossy) con Juliane

Juliane Borges è brasiliana, ha trascorso la sua adolescenza a Sao Paolo, per poi trasferirsi in Italia appena terminata l'high school. Oggi ha 21 anni e abita a Milano dove ha creato il sito cultureandtrends.com insieme alla sorella Jessica. «Abbiamo avuto successo perché raccontiamo storie e tendenze su quanto accade nel mondo e in particolare in Europa, continente di cui i brasiliani sono ghiotti di notizie e non ci limitiamo a dare outfit che ormai si possono guardare su Instagram», dice.

In più ci sono tante idee per gestire la giornata con uno stile e un make sempre perfetto. «Mi piace iniziare la mattina con una buona base sul viso, un velo leggero di fondotinta e cipria per dare uniformità e compattezza all'incarnato. Poi anche avere gli occhi truccati mentre, per quanto riguarda le labbra, preferisco lasciarle rosine chiaro, molto naturali. Adoro Chubby Plump & Shine di Clinique perché dà una luce meravigliosa alla bocca. Per la serata applico un colore più strong, un bel rosso un po’ anni '80 che mi aggiunge istantaneamente personalità e carattere».

Dall’effetto Audrey Hepburn del giorno (a cui assomiglia parecchio), al look più eighties della sera dove si trasforma. «Se non riesco a passare da casa, metto nella mia borsetta il mio justincase, il mio piccolo beauty case per le urgenze che occupa pochissimo spazio, sta tutto in una borsa mini! Comprende un rossetto rosso effetto gloss, un blush, la cipria per dare un ritocco e togliere lucidità, e l’eyeliner per intensificare lo sguardo. Quando ho una cena o un aperitivo inaspettato oppure un meeting last minute, mi preparo in un attimo, sparisco nella powder room per cinque minuti e al ritorno… sono nuova!.

Sul fronte moda, la tenuta ideale di un never ending day sono i miei jeans a vita alta, un must di stagione anche se erano già di tendenza negli anni '70. Rappresentano uno di quei capi “certezza” che costituiscono la base del mio guardaroba. È importante avere dei “fondamentali” che ti facciano sentire e stare bene. Stesso discorso per la camicia bianca e la giacca di pelle, ideali per uscire la mattina di casa e tornare la sera.
Se posso cambiarmi d'abito, adoro i colori, come il completo pantalone rosa che ho usato nelle foto. È senza tempo, lo puoi portare con una blusa sotto oppure un top quasi invisibile. E come accessorio clou, c'è sempre il mio Chubby Plump & Shine che dà intensità quando serve, le mie labbre diventano super!».

La sera amo giocare con toni più tenui sull’abbigliamento, del resto in Brasile il bianco è un classico anche per una cena o per andare in un club tanto che a Capodanno ci vestiamo in total white. Ho avuto una specie di shock al mio primo veglione qui, tutti erano in nero! In ogni caso il bianco è perfetto da contrastare con una bocca rosso fuoco e smoky eyes».

Sul fronte tendenze, Julianne sa come interpretarle anche perché lo scouting per il suo sito è il suo mestiere. «Adoro gli anni ‘80 ma è sempre importante dosare. Intanto non cado mai nel tranello del match & match tra trucco e abito, altrimenti l'insieme diventa troppo carico. Se il look è forte, abbasso un po’ la potenza del make up e viceversa. Poi scelgo qualcosa d’iconico di quel periodo, come ad esempio il blazer con le spalle strong. Ma c'è una regola di stile per me inossidabile che vale per il make up e per la moda: è importante vestirsi e truccarsi sempre nel modo che ci fa sentire più belle e sicure di noi stesse».

Photos: Giacomo Bretzel | Words: Maddalena Fossati